Gli agenti razionali

Gli agenti razionali sono software di intelligenza artificiale, sviluppati per fare scelte autonome e razionali sulla base di un sistema di regole, della conoscenza ( knowledge base ) e della percezione dell'ambiente operativo.

La differenza tra robot e software intelligenti

Un agente razionale può essere un robot oppure semplicemente un algoritmo.

Si parla di robot quando l'agente è dotato di strumenti fisici di input / output per interagire con l'ambiente esterno. I primi sono detti sensori, mentre i secondi attuatori

Esempio. Un robot integra un motore elettrico e delle ruote per spostarsi sul pavimento ( dispositivi attuatori ). I sensori, invece, consentono al robot di rilevare la presenza di un ostacolo sul percorso.

Se l'agente è privo di sensori e attuatori fisici è semplicemente un software intelligente.

Esempio. Un bot finanziario analizza i dati del mercato e prende decisioni di investimento in tempo reale. Non si tratta di un robot, perché non opera nel mondo fisico reale, ma è pur sempre intelligente.

Le componenti dell'agente razionale

La mente dell'agente razionale è composta dal motore inferenziale e dalla base di conoscenza ( knowledge base ). Questa è presente sia nei robot che nei software A.I. online. Nel caso dei robot sono presenti anche dispositivi sensori e attuatori.

Il motore inferenziale

E' la mente vera e propria dell'agente robotico che determina gli schemi di ragionamento, l'apprendimento e l'inferenza. In genere, si tratta di un software intelligente.

Dal motore inferenziale dipende il grado di intelligenza dell'agente, la sua capacità di risolvere un problema ( problem solving ) e di imparare ( machine learning ).

E' strettamente legato alla complessità temporale, ossia alla velocità dell'elaborazione. Spesso non è sufficiente trovare la risposta ottimale, se arriva troppo tardi è inutile. Il più delle volte è preferibile trovare una accettabile ma rapida.

La base di conoscenza o Knowledge Base ( KB )

E' la memoria dove è archiviata la conoscenza iniziale del mondo esterno e dove sono registrate le esperienze dell'agente razionale nel corso del tempo. In genere, si tratta di un sistema di database relazionali ad accesso rapido.

Nella base di conoscenza sono registrati i dati rilevati dall'ambiente esterno dai percettori, i feed-back osservati dopo un'azione, le statistiche dei successi e dei fallimenti, le regole iniziali, le regole euristiche costruite nel tempo grazie all'esperienza, ecc.

Data la grande mole di dati, la memoria deve avere una dimensione ( spazio di memoria ) e una velocità di accesso elevata. Dalle performance della KB dipende la complessità spaziale dei problemi.

Nota. Spesso un'organizzazione dei dati efficiente compensa molti limiti hardware dell'unità di memoria.

I sensori

Sono i dispositivi di input che permettono all'agente di rilevare i dati dall'ambiente esterno.

Gli attuatori

Sono i dispositivi di output e gli strumenti che consentono all'agente di intervenire, interagire e modificare l'ambiente esterno.


Per scrivere un commento

Altri argomenti sull'agente razionale

  1. La macchina reattiva
knowledge base