Inferenza logica

L'inferenza logica è strettamente collegata alle primitive semantiche in quanto il ricorso di elementi comuni agevola la rappresentazione della conoscenza per formule semantiche. Ad esempio, l'enunciato "rimuovere link" e l'enunciato "eliminare collegamento ipertestuale" sono caratterizzato dallo stesso significato e possono essere rappresentati da due primitive semantiche. Ipotizzando che l'atto di rimuovere e di eliminare appartengano alla medesima primitiva A, si potrebbe scrivere: "A link" e "A collegamento ipertestuale".

A={ rimuovere, eliminare, cancellare, ecc. }

Del resto anche le parole "link" e "collegamento ipertestuale" sono sinonimi e, pertanto, appartengono alla medesima primitiva B. Possiamo riscrivere entrambi gli enunciati nel seguente modo: "A B". Oltre a semplificare la rappresentazione della conoscenza le primitive semantiche hanno il pregio di agevolare il processo di inferenza logica di un agente razionale ( ragionamento logico ). Ad esempio, un agente razionale può comprendere se un'azione è specifica a un determinato contesto del sapere ( azione verticale ) oppure se si tratta di un'azione generica/astratta ( azione orizzontale ) utilizzabile in più contesti. Abbiamo già visto che l'atto di rimuovere o eliminare un link è possibile scriverlo nel seguente modo:

A "link"

Del resto anche un'ipoteca su una casa può essere eliminata o cancellata. È quindi possibile rappresentare quest'enunciato scrivendo:

A "ipoteca".

L'azione A ( eliminare ) è presente in entrambi gli enunciati. Come fa un agente razionale a capire se l'azione è orizzontale o verticale? Esistono diversi metodi. Uno dei più elementari consiste nel verificare l'esistenza di collegamenti diretti tra "link" e "ipoteca". In questo caso i due termini appartengono a contesti differenti. Il termine "link" lo troviamo associato al contesto "internet", "web", "html", mentre il termine "ipoteca" a quello della "casa", dei "mutui", ecc. Si tratta di mondi completamente separati tra loro.

esempio di inferenza logica da primitive

L'agente razionale può, quindi, avviare un processo di inferenza logica giungendo alla conclusione che l'azione A ( eliminare ) è "probabilmente" un'azione valida in più contesti ( azione orizzontale ). È importante sottolineare che questa informazione non era presente nella base di conoscenza iniziale. L'agente razionale ha analizzato le primitive semantiche tramite il processo di inferenza logica, il cui risultato ( conclusione ) permette di aggiungere una nuova informazione alla base di conoscenza. Senza le primitive semantiche il processo di inferenza logica sarebbe notevolmente più complesso. Va comunque detto che qualsiasi conclusione logica deve essere archiviata nella base di conoscenza seguendo un approccio non booleano ( vero o falso ). In qualsiasi processo di inferenza logica il rischio di incappare in un paradosso o in un errore è sempre molto alto. Per evitare qualsiasi situazioni di impasse è sempre preferibile gestire le informazioni tramite la logica Fuzzy.


Per scrivere un commento

knowledge base