Pseudocodice

In informatica uno pseudocodice è una via di mezzo tra il linguaggio naturale e un linguaggio di programmazione di alto livello.

A cosa serve? E' utilizzato dai programmatori per avere una bozza del programma da sviluppare. In uno pseudocodice si possono trovare le istruzioni tipiche dei linguaggio di programmazione ma in una forma più semplice e leggibile.

Un esempio di pseudocodice

Ecco un esempio pratico di pseudocodice.

finché conta<10
se voto<6 allora stampa "bocciato"
altrimenti stampa "promosso"
conta++

Queste poche righe mi consentono di capire subito cosa programmare.

Una volta scelto il linguaggio di programmazione, devo soltanto sviluppare l'algoritmo secondo le regole di sintassi del linguaggio.

Lo pseudocodice è sicuramente un metodo più rapido che disegnare l'algoritmo tramite un diagramma di flusso.

Come costruire uno pseudocodice

In genere si utilizza come linguaggio di programmazione di riferimento il linguaggio C.

Tuttavia, non esiste uno pseudocodice universale. Ogni sviluppatore si crea il suo pseudolinguaggio.

La struttura dello pseudocodice è simile a quella di un linguaggio di alto livello ma molto più semplice e senza vincoli di sintassi.

Nota. Lo pseudocodice non deve essere eseguito dal computer, né compilato, né interpretato. Il suo unico scopo è di agevolare lo sviluppo del programma da parte del programmatore.

Le principali caratteristiche di una pseudocodifica sono le seguenti:

  1. è sintetica
  2. è chiara e senza ambiguità
  3. è comprensibile da un developer

Se uno dei punti non è rispettato allora lo pseudocodice va migliorato.

Quando usare uno pseudocodice

Uno pseudocodice svolge soprattutto una funzione di comunicazione.

Consente al programmatore di annotarsi il lavoro da fare in modo più efficace.

Nota. Gli pseudocodici sono appunti comprensibili anche agli altri sviluppatori. Quindi sono anche un modo più rapido per comunicare tra developers.

Gli pseudocodici con finalità didattica

Spesso gli pseudocodici sono utilizzati anche con finalità didattiche nei manuali di informatica, per spiegare gli algoritmi in modo più sintetico e meno impegnativo rispetto ai diagrammi a blocchi.

Tuttavia, c'è un limite da considerare. Per comprendere uno pseudocodice è necessario che il lettore conosca i fondamenti dei linguaggi di programmazione.

Nota. Per questa ragione gli pseudocodici si trovano soprattutto nei libri accademici, nei testi tecnici o di ingegneria informatica. Sono invece meno utilizzati nei libri introduttivi di informatica.



Per scrivere un commento

knowledge base
  1. La programmazione
  2. Gli algoritmi
  3. Il linguaggio macchina
  4. Cos'è uno pseudocodice
  5. I programmi informatici
  6. Le variabili
  7. Le espressioni
  8. Le strutture di controllo
  9. Le funzioni