Le variabili

Nella programmazione informatica le variabili sono degli spazi di memoria dove memorizzare dati e informazioni.

A cosa serve una variabile? Mi consente di registrare un'informazione dentro un'unità logica e riutilizzarla in altri parti del programma senza doverla riscrivere o ridigitare. Tutti i linguaggi di programmazione usano le variabili. Sono concetti fondamentali dell'elaborazione dati e della programmazione.

    Come funziona una variabile

    Una variabile è simile a una scatola che può contenere un solo oggetto ( dato ).

    le variabili sono simili alle scatole

    Ogni variabile ha un nome univoco che la distingue da tutte le altre.

    L'operazione per dare un nome a una variabile è detta "dichiarazione".

    un esempio di dichiarazione delle variabili

    Nota. In alcuni linguaggi di programmazione la dichiarazione delle variabili è obbligatoria e va fatta all'inizio della stesura di un programma. In altri linguaggi, invece, è facoltativa.

    Dopo aver dichiarato la variabile, posso assegnargli un determinato valore.

    Questa operazione è detta "assegnazione".

    l'assegnazione delle variabili in Basic

    Posso assegnarli un valore numerico, una stringa alfanumerica ( testo e numeri ), un valore logico-boolano ( vero o falso ), ecc.

    Una volta registrato un valore a una variabile, posso richiamare e leggere il suo contenuto in qualsiasi momento.

    l'operazione di calcolo rappresentata in modo semplice

    Nota. Nell'esempio precedente ci sono tre variabili. Alla variabile voto1 è stato assegnato il valore 25 mentre alla variabile voto2 il valore 30. Scrivendo totale=voto1+voto2 chiedo al processore di leggere i valori delle due variabili, sommarli (25+30) e assegnare il risultato (55) alla variabile totale.

    Le variabili sono uno dei fondamentali della programmazione e dell'elaborazione dati.



    Per scrivere un commento

    knowledge base
    1. La programmazione
    2. Gli algoritmi
    3. Il linguaggio macchina
    4. Cos'è uno pseudocodice
    5. I programmi informatici
    6. Le variabili
    7. Le espressioni
    8. Le strutture di controllo
    9. Le funzioni