L'operatore di assegnamento nel linguaggio C

Nel linguaggio C l'operatore di assegnazione permette di scrivere un'informazione dentro una variabile. E' il simbolo uguale (=).

variabile = valore

  • Left side. A sinistra del simbolo uguale c'è sempre un nome di variabile, quella dove voglio salvare il valore.
  • Right side. A destra del simbolo uguale c'è l'informazione da salvare. Può trattarsi di un numero, una costante, un'espressione di calcolo, un carattere, una stringa o un'altra variabile.

Il tipo di dati nella parte destra deve essere compatibile con il formato dei dati che la variabile può contenere, quello che ho utilizzato nella dichiarazione della variabile.

Nota. Se il dato non è compatibile, il compilatore esegue una conversione automatica che non sempre è accettabile. A volte comporta la perdita dell'informazione (int, float, char, ecc.). Si può verificare anche un errore durante l'esecuzione del programma. E' opportuno fare attenzione.

    Un esempio pratico

    L'assegnazione di una stringa

    nome="Andrea";

    di un carattere

    lettera="A";

    di un valore

    anno=2020;

    di un calcolo

    somma=1+2;

    di un calcolo tra variabili e costanti

    annosuccessivo=anno+1;

    E così via



    Segnalami un errore, un refuso o un suggerimento per migliorare gli appunti

    Questo sito utilizza cookie tecnici. Sono presenti alcuni cookie di terzi ( Gooogle, Facebook ) per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su OK, scorrendo la pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all’uso dei cookie.

    Per ulteriori informazioni o per revocare il consenso fai riferimento alla Privacy del sito.
    knowledge base

    Libri di approfondimento

    Il linguaggio C

    1. Un esempio pratico
    2. Come compilare il programma

    Impariamo a programmare

    1. Come dichiarare le variabili
    2. Gli operatori
    3. La libreria stdio.h
    4. Come visualizzare in output testo e variabili
    5. Come usare le stringhe
    6. L'istruzione IF
    7. Le strutture cicliche