Appunti personali sull'ottimizzazione SEO per i motori di ricerca

Content pillar

Un content pillar è una parte del contenuto informatico su uno specifico topic o tema che può essere suddiviso in molte sezioni, ognuno dei quali affronta degli aspetti specifici dell'argomento. E' un formato utilizzato negli ebook, nelle guide nelle faq, e nei report.

Cos'è il content pillar

Fondamentalmente è un contenuto di grandi dimensioni che affronta al suo interno diversi sotto-argomenti derivati e contiene molte parole chiave secondarie.

esempio di content pillar

E' detto 'pillar' ( colonna o pilastro ) in quanto i contenuti ( content ) si sviluppano in verticale le colonne greco-romane in architettura.

A cosa serve e come funziona

Dal punto di vista SEO il content pillar è un luogo in cui inserire i link interni verso le altre pagine di approfondimento del sito web. Migliora l'organizzazione e la link building interna.

E' utile anche per promuovere i nuovi contenuti multimediali rilevanti e privi di testo, come le infografiche, i video e le immagini sullo stesso tema, senza dover creare un nuovo blog post.

aggiunta di un nuovo contenuto nella pagina

L'inserimento di un testo breve in un pillar content è una tecnica efficace perché evita d'essere visto negativamente dal search engine come thin content. Al contrario, l'inserimento nel piller content è considerato positivamente dal search engine come un'estensione e un aggiornamento contenutistico della pagina.

NOTA: I thin content ( contenuti corti ) in una singola pagina web sono penalizzati come spam engine da Google Panda.

Come strategia di content marketing, la pubblicazione dei piccoli pezzi alimenta un canale che si sta cercando di costruire nel tempo, inserendo di volta in volta nuove informazioni, news e approfondimenti nella stessa pagina.

Dalla content pillar alle content pages

Quando una sezione diventa sufficientemente grande, può essere trasformata in un blog post a se stante, lasciando nella piller content soltanto un abstract della sezione e il link verso la nuova pagina dedicata.

la content pillar come culla delle nuove content page

In questo modo, si evita di creare pagine troppo lunghe e poco leggibili per gli utenti e nello stesso tempo si può aumentare il numero delle pagine del sito web.

La struttura e le tassonomie del sito

Il content pillar può essere anche utilizzato come pagina root nella struttura tassonomica di un sito web. In questo caso, la directory del sito svolge la funzione di contenitore dei blog post ( categoria ) e il content pillar quello di indice ( index ) della categoria.

Article Content Pillar

L'article content pillar è un altro modo di utilizzare la tecnica, particolarmente efficace sui siti web magazine.

I giornali online producono una grande quantità di articoli che conquistano rapidamente un buon posizionamento sulle Serp Web grazie ai box di Google News e al vantaggio ai fresh content.

esempio di serp su Google con box news di Google News

Quella delle news è però una visibilità momentanea. Dopo poche ore o giorni l'articolo scompare dai risultati organici del motore di ricerca. Non essendo più linkato dalla home page del magazine e tende a perdere ranking, cadendo nel deep-web del sito.

I giornali online hanno anche un serio problema di contenuti simili ( inside similar articles ) a causa degli articoli con keyword identiche che parlano dello stesso argomento ma in date diverse ( es. disoccupazione ). In questi casi il search engine non riesce a capire quale di queste pagine è quella principale sul tema.

L'article content pillar può aiutare a risolvere entrambi i problemi. Quando un articolo diventa troppo vecchio, il suo contenuto viene copiato e aggiunto, in modo integrale o parziale, alla pagina web dell'article content pillar che contiene tutti gli articoli scritti in passato sullo stesso argomento.

esempio di funzionamento della tecnica basata sull'article content pillar

L'indirizzo del vecchio articolo viene, infine, eliminato con un reindirizzamento 301 verso l'Url dell'article content pillar, stabilmente linkato dalle categorie principali del sito web.

Si ottengono così i seguenti vantaggi:

  1. I contenuti del vecchio articolo sono riportati a galla sul motore di ricerca, senza perdere il suo posizionamento e i backlink ottenuti in passato.
  2. Si riducono le pagine con contenuti simili all'interno del sito, quelle ottimizzate sulle stesse parole chiave, senza cancellare o rinunciare del tutto al contenuto informativo dei vecchi articoli.
  3. Nel corso del tempo la pagina dell'article content pillar diventa sempre più forte dal punto di vista semantico, perché con l'aggiunta dei vecchi articoli aumentano progressivamente le co-occorrenze intono allo stesso tema, ossia le parole e i termini appartenenti allo stesso campo di pertinenza.

L'organizzazione dei contenuti nel content pillar

Il content pillar è un corpus di testo molto grande che si sviluppa verso il basso. Lo scroll è inevitabile per l'utente.

Questa struttura potrebbe ostacolare la lettura e la ricerca delle informazioni da parte del lettore, peggiorando l'usabilità e l'esperienza utente.

Per questo motivo, è preferibile spezzare i contenuti in sezioni, paragrafi e sottotitoli, per rendere più facile la fruizione e fornire al lettore una sintesi dell'argomento trattato tramite il sottotitolo dedicato a ciascuna sezione interna.

organizzazione dei contenuti nel content pillar

E' anche molto utile inserire un elenco con link alle ancore interne verso le sezioni interne della pagina, gli argomenti o i topic principali. Questa lista dovrebbe essere collocata nella parte alta del content pillar, nella zona above the fold visibile sui browser senza alcun scorrimento.

In questo modo, il lettore ha immediatamente visione di ciò che può trovare nella pagina e può raggiungerlo con un click, senza dover scorrere l'intero contenuto. E' un elemento a valore aggiunto che fornisce utilità al lettore.

Cosa c'entra con l'ottimizzazione SEO? Se piace all'utente... piace anche a Google. Tutto ciò che migliora la user experience è, prima o poi, premiata anche dal motore di ricerca.

In conclusione

Il piller content è una strategia editoriale online per produrre contenuti di qualità nel tempo. Si parte da una base e si sviluppa la colonna in verticale aggiungendo di volta in volta dei nuovi contenuti.



Segnalami un errore, un refuso o un suggerimento per migliorare gli appunti

Questo sito utilizza cookie tecnici. Sono presenti alcuni cookie di terzi ( Gooogle, Facebook ) per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su OK, scorrendo la pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all’uso dei cookie.

Per ulteriori informazioni o per revocare il consenso fai riferimento alla Privacy del sito.
knowledge base

Libri di approfondimento

FAQ

  1. Perché conviene aggiornare i vecchi contenuti
  2. Come segnalare le violazioni di copyrights su Google
  3. Cos'è l'analisi del gap nel contenuto