L'accessibilità di un sito web

L'accessibilità ( o web accessibility ) è la capacità di un sito web di essere letto da tutti gli utenti, indipendentemente dalla loro interfaccia di navigazione ( browser normale o speciale ) e dal loro dispositivo tecnologico di accesso a internet ( desktop, mobile, smartphone, tablet, ecc. ).

Perché l'accessibilità è importante

L'accessibilità è molto importante perché implica che il sito web sia navigabile anche dai dispositivi di lettura diversi dal personal computer desktop.

Chi utilizza un device mobile ( tablet e smartphone ) ha particolari esigenze di utilizzo. L'interfaccia è completamente differente rispetto a quella classica di un personal computer.

Esempio. Uno smartphone visualizza le informazioni su un display di ridotte dimensioni. Inoltre, l'utente non clicca sui link bensì li preme sullo schermo touch screen. Una pagina web pensata per la visualizzazione sul monitor del PC non è facilmente fruibile su un telefonino.

Oltre agli utenti con dispositivi di navigazione mobile, un sito accessibile è navigabile anche dagli utenti che utilizzano device e browser speciali, come quelli progettati per le persone diversamente abili.

Quali sono le caratteristiche di un sito accessibile

Un sito accessibile può anche mantenere la stessa grafica d'origine, non deve necessariamente cambiarla, si distingue però nell'uso corretto del codice html e di web-development.

Si tratta soprattutto di un modus operandi di programmazione e sviluppo che nulla toglie all'aspetto estetico del sito web, e che nel contempo consente a tutti di fruire dei suoi contenuti.

Agli occhi dell'utente medio un sito web accessibile appare come tutti gli altri, accessibili o meno. Non vale però il contrario. Un utente con un handicap non accede alle informazioni pubblicate su un sito web non accessibile.

Lo stesso vale per tutti quegli utenti che utilizzano dispositivi di visualizzazione di minore importanza ( browser vecchi, cellulari, computer obsoleti, ecc. ).

Come si rende accessibile un sito web

E' necessario rivedere il codice sorgente delle pagine html e verificare l'utilizzo su tutti i browser di navigazione e su tutti i device tecnologici di accesso al web.

La materia è molto vasta. Qui di seguito sono elencati alcuni esempi pratici:

  1. occorre fornire un contenuto equivalente alle comunicazioni audio-visive
  2. ridurre la funzione dei colori per la navigazione del sito
  3. utilizzare in modo appropriato i fogli di stile e delle tabelle
  4. far ricorso ai linguaggi naturali
  5. assicurare l'accessibilità diretta delle interfacce utente incorporate
  6. garantire l'indipendenza da dispositivo
  7. rispettare le raccomandazioni W3C.

Alcuni consigli e tecniche di accessibilità

Facciamo qualche esempio pratico scendendo più nei dettagli tecnici di sviluppo.

  • Le immagini. Nel linguaggio HTML il tag delle immagini <IMG> è provvisto di un attributo ALT che permette di visualizzare un testo al posto delle immagini. Questo consente ai lettori non vedenti di ascoltare la descrizione della foto. Anche nel caso dei video, degli script, dei plug-in e delle animazioni, per la stessa ragione, è necessario inserire una spiegazione testuale alternativa. È inoltre opportuno inserire l'elemento map per indicare le zone attive sulle immagini cliccabili.
  • I file multimediali. Non tutti possono leggere i contenuti testuali. Un sito accessibile fornisce i contenuti trascritti in un formato audio. Ad esempio, la presenza di un podcast è molto utile per gli utenti non vedenti ma è gradito anche a tutti gli utenti in generale, in particolar modo quelli che accedono a internet via mobile, poiché potranno ascoltare il contenuto dell'articolo anziché leggerlo.
  • Il nome dei link. I collegamenti ipertestuali devono essere riconoscibili. Un anchor text comune come "clicca qui" non è sempre comprensibile. È preferibile indicare nell'anchor text un enuciato che anticipi il contenuto della pagina linkata. L'uso dell'attributo TITLE nel tag <A> è a vantaggio degli utenti, e non dei motori di ricerca come spesso capita di vedere.
  • La struttura della pagina web. Le tabelle nidificate e i frames non aiutano l'accessibilità. È preferibile organizzare la pagina in CSS con titoli ed elenchi e un menù di navigazione intuitivo. La struttura della pagina deve essere scritta per essere facilmente intretabile da tutti i browser e da tutti i dispositivi di lettura speciale ( es. lettura vocale ).

Come fare un sito per gli utenti diversamente abili

Negli ultimi anni è stato fatto molto per diffondere queste buone pratiche di programmazione e sono nati diversi decaloghi o regole da seguire.

Ad esempio, in Italia i siti web della Pubblica Amministrazione devono rispettare le linee guida contenute nelle norme AIPA fissate con la Circ. 6 settembre 2001.

Dal punto di vista internazionale, la WAI ( Web Content Accessibility Guidelines 1.0. ) ha elaborato una serie di linee guida e un metodo per verificare il grado di accessibilità di un sito web con dei test di validazione come Screen Reader, Lift o il browser testuale Lynx.

Il rispetto delle Guidelines WAI permette agli utenti disabili di accedere al contenuto dei siti web, riducendo al minimo gli ostacoli e gli impedimenti nella lettura.