I link di scarsa qualitÓ

I link di scarsa qualità provenienti da siti web poco rilevanti o non tematici è una tecnica SEO fortemente sconsigliata. In passato la quantità di link provenienti da siti web di scarsa qualità o non tematici consentiva comunque di apportare link popularity alla pagina di destinazione ( pagina linkata ). A partire dal 2012 i motori di ricerca si sono dotati di appositi algoritmi per individuare questi trucchetti, penalizzando chi li compie. L'algoritmo più noto è Google Penguin. È inutile e, forse, persino deleterio costruire una link building da siti di scarsa qualità. La presenza di una grande quantità di link verso una pagina è un fenomeno del tutto innaturale. In particolar modo se tutti i link provengono da siti web di scarsa rilevanza e qualità. È molto facile per un motore di ricerca individuare questi casi e analizzare l'origine. Per questo motivo abbiamo introdotto questa pratica tra quelle da evitare nella nostra guida "come fare SEO". In altri termini, la quantità di collegamenti in entrata ( backlink ) non è più un fattore determinante per ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca. Essere linkati da un'elevata quantità di siti web privi di contenuti originali o non tematici è un'attività completamente inutile. Secondo alcuni potrebbe persino essere controproducente ( SEO Negative ). È preferibile costruire una link building basata sulla qualità dei siti web di origine, a tema con la risorsa linkata e con anchor text differente. In conclusione... pochi ( link ) ma buoni.

 


 

Segnalami un errore, un refuso o un suggerimento per migliorare gli appunti

FacebookTwitterLinkedinLinkedin
knowledge base

Libri di approfondimento