L'emozione del fatto strano nel machine learning

Quali sono le cause dello stupore?

Ci emozioniamo per le grandi scoperte scientifiche, ma restiamo indifferenti quando capiamo il senso di una frase.

Ad esempio, la notizia di un buco nero immenso ai confini dell'Universo ci colpisce. L'idea di vedere oggi qualcosa accaduto all'inizio del tempo ci emoziona. E' normale che sia così... perché amplia la nostra conoscenza dell'ambiente circostante.

Quando però ascoltiamo una frase qualsiasi e associamo a ogni parola a un'entità ( oggetto o concetto ) per interpretarla, lo facciamo automaticamente senza nemmeno pensarci troppo. Sicuramente non ci emoziona il fatto di aver compreso la frase. Nemmeno lo notiamo.

Ad esempio, "l'aereo è partito in ritardo". Ci immaginiamo un aereo mentre decolla e prende il volo, e poi lo colleghiamo al fatto che non è partito al suo orario. Tutto questo lo facciamo in una frazione di secondo.

In realtà, stiamo applicando qualcosa che abbiamo imparato da bambini per risolvere altre specie di problemi. E' una conoscenza già acquisita.

Come comprendiamo il senso di una frase

Da bambini abbiamo imparato a conoscere l'aeroplano e sappiamo che "vola". Quindi, il predicato "sta partendo" equivale a "sta volando o decollando" quando è in relazione con un aereo. Lo diamo per scontato.

Allo stesso modo, capiamo che il "ritardo" è legato all'orario e non ad altri motivi ( ritardo mentale, ritardo musicale, ecc. ). Lo comprendiamo subito perché l'atto di partire con un aereo è legato a un preciso istante temporale ( orario ) ed è molto frequente che non venga rispettato.

Tutto questo accade tramite processi mentali di associazione e interpretazione.

Sono relazioni, conoscenze o regole che abbiamo imparato da bambini e da adulti ci limitiamo ad applicarle, senza chiederci il perché.

L'interesse scatta per il fatto anormale o strano

Tuttavia, quando leggiamo qualcosa che non rispende alla nostra base di conoscenza, ci stupiamo o ci sorprendiamo, e la nostra attenzione viene catturata dal "fatto strano".

Subito dedichiamo risorse al problema per trovare un significato o una soluzione.

Ad esempio, se ascoltiamo la frase "l'aereo è partito in piedi", ci fermiamo un attimo a capire. C'è qualcosa che non va nella frase, le associazioni a cui siamo abituati non quadrano. E' una frase anomala.

Comincia un nuovo processo inferenziale di analisi e interpretazione. Iniziamo a pensare che "in piedi" e sinonimo di "dritto", poi ci chiediamo se qualcosa parte in quella posizione e ci viene in mente un missile o un razzo spaziale.

Alla fine di questo processo, immaginiamo una specie di aereo che decolla in verticale come un missile. O qualcosa del genere...

Se, invece, non troviamo nessuna spiegazione, alziamo le spalle e rinunciamo a ogni altro tentativo di capire. Il fatto strano viene accantonato tra le migliaia di frasi che ascoltiamo ma non riusciamo a capire. Nella speranza che in futuro si riescano a comprendere...

Nota. Alcuni fatti inspiegabili troveranno una soluzione in futuro, mentre altri resteranno per sempre irrisolti. Tra quelli irrisolti, alcuni rimarranno in memoria a lungo, in attesa di una risposta, mentre altri cadranno irreversibilmente nell'oblio, ossia saranno cancellati dai nostri ricordi perché irrilevanti.

Questi processi cognitivi elementari sono banali per un essere umano. Anche scriverci un post potrebbe sembrare alquanto stupido... In realtà, non sono così banali. Al contrario sono molto complessi.

Nessuno può ancora affermare con certezza come funziona la mente umana. Non c'è una legge o un algoritmo in grado di emularla.

La vera sfida è trasporre questi processi cognitivi elementari dell'uomo in una macchina o in un computer, per creare a una forma di intelligenza artificiale. E poi farla evolvere da sé.

27 / 01 / 2016


 
Segnalami un errore, un refuso o un suggerimento per migliorare gli appunti

FacebookTwitterLinkedinLinkedin
knowledge base

Libri di approfondimento
  1. La macchina emotiva
  2. Il modello di Marvin Minsky
  3. L'algoritmo dell'istinto
  4. Critic Selector Machine