I contenuti di scarsa qualitÓ

I contenuti di scarsa qualità sono informazioni a bassissimo valore aggiunto che non soddisfano il bisogno dell'utente oppure sono completamente inutili. Questi contenuti sono classificati come Lowest Quality Content.

Come valutare la bassa qualità di un testo?

E' molto difficile giudicare la qualità di un contenuto, in quanto la qualità è relativa e soggettiva. Non esiste un'unità di misura della qualità informativa di un documento.

Per valutare la qualità di uno scritto si prendono in considerazione alcuni fattori determinati del processo di creazione ( content creation ):

  1. il tempo e la fatica impiegata per scrivere il testo
  2. la competenza, l'autorevolezza e l'abilità dell'autore

I tipi di contenuti di bassa qualità

I seguenti casi sono sicuramente contenuti di scarsa qualità:

  1. Assenza di contenuti. Il documento non ha alcun contenuto principale ( main content ) ed è del tutto inutile per l'utente finale.
  2. Keyword stuffing. Il contenuto principale è composto dalla ripetizione concentrata, forzata e innaturale di parole chiave.
  3. Contenuto senza senso. Il documento non ha alcun senso logico, non veicola un messaggio o un'informazione sensata. Pertanto, è poco comprensibile per l'utente finale.
  4. Contenuto automatico. Il documento è stato generato in modo automatico, con poco impegno e bassa competenza, senza alcun controllo manuale, e non fornisce un valore aggiunto agli utenti.
  5. Contenuto copiato. Il documento è composto quasi interamente da contenuti copiati da altre fonti e non apportano un valore aggiunto all'utente finale. Spesso si tratta di un semplice copia e incolla da altri siti, compiuto in poco tempo, senza alcun impegno e competenza.

La differenza tra scarsa e bassa qualità

E' un errore comune usare questi termini come sinonimi. Le pagine di scarsa qualità ( Lowest Quality Pages ) si ditinguono da quelle di bassa qualità ( Low Quality Pages ). Le prime hanno un contenuto informativo inferiore rispetto alle seconde.

Questa distinzione è particolarmente importante nel mondo dei search engine.

Esempio. Il motore di ricerca di Mountain View ha indicato ai propri quality raters due distinte categorie di contenuti ( Low e Lowest ) per classificare i contenuti inutili o poco utili per l'utente finale. Si tratta di un giudizio qualitativo che, in ogni caso, è impiegato dal search engine come fattore di input nel computo del ranking delle risorse online.

Assenza di contenuti ( contenuto inutile )

Sono documenti deliberatamente privi di un contenuto principale ( No Main Content ). In genere si tratta di pagine web create senza uno scopo chiaro oppure di contenuti ingannevoli.

Potrebbe anche esserci un minimo contenuto ma è talmente scarso e stringato da non essere d'aiuto in alcun modo per l'utente finale. Sono contenuti inutili.

Il motore di ricerca Google li classifica tra i contenuti di scarsa qualità ( lowest ).

I contenuti senza senso

Un'altra tipologia di contenuto di scarsa qualità è il contenuto senza senso. Si tratta di frasi copiate e rielaborate modificando l'ordine dei termini e le stesse parole. Il contenuto finale è diverso da quello originale ma spesso è anche privo di senso.

Fanno parte di questa categoria i gibberish text e le traduzioni automatiche dei testi.

  1. Gibberish text. E' un testo con variazioni automatiche delle frasi, delle parole e delle lettore.
  2. Traduzione automatica. E' un testo tradotto automaticamente in un'altra lingua straniera ( es. da italiano a inglese ) senza alcun controllo o revisione manuale.

I contenuti automatici

Alcuni siti web sono composti da migliaia di pagine generate automaticamente tramite degli algoritmi che prelevano dei dati dalle base dati free, oppure dai file RSS o via API, per trasformarli in documenti online.

Le pagine autogenerate sono create senza sforzo e senza alcun controllo da parte del sito web. Sono ottimizzate sulle parole chiave per conquistare un posizionamento sui search engine.

Queste pagine non sono utili per l'utente finale, usano dei contenuti non originali e aggregano informazioni pubbliche. In questi documenti la user experience è molto bassa.

Per questi motivi i contenuti creati automaticamente sono considerati contenuti di scarsa qualità.

I contenuti copiati

Una copia è generalmente considerata come un contenuto scarso. Tuttavia, i search engine analizzano il contenuto copiato da diversi punti di vista e può anche accadere che si posizioni bene nei risultati di ricerca.

E' necessario distinguere due casi:

  1. Il contenuto copiato non ha alcun valore aggiunto. In questo caso lo scraping o il copia-incolla sono giudicati lowest quality content e scompariono dalle serp.
  2. Il contenuto copiato ha un valore aggiunto. In alcuni casi il contenuto copiato è più utile dell'originale per l'utente finale. Questo capita se le informazioni sono rese più accessibili e sono integrate con altri elementi utili ( link di approfondimento, video, altri testi, ecc. ). L'esperienza utente è migliore sul contenuto copiato che su quello originale. Quindi, il search engine potrebbe premiare la copia sui risultati di ricerca.

Nota. I motori di ricerca non considerano il diritto d'autore ( copyright ) come fattore di ranking. Se un contenuto viola la proprietà intellettuale altrui possono eliminarlo su richiesta del legittimo titolare. In caso contrario, i motori di ricerca tendono a premiare soprattutto la user experience.

 


 

Segnalami un errore, un refuso o un suggerimento per migliorare gli appunti

FacebookTwitterLinkedinLinkedin
knowledge base

Libri di approfondimento

FAQ

  1. Perché conviene aggiornare i vecchi contenuti
  2. Come segnalare le violazioni di copyrights su Google
  3. Cos'è l'analisi del gap nel contenuto