Contenuti di bassa qualitÓ

I contenuti principali di una pagina web sono considerati di bassa qualità quando sono scritti in poco tempo, con scarsa esperienza, competenza e talento. Sono anche detti Low Quality Content

La differenza tra contenuti di scarsa e di bassa qualità

I contenuti di bassa qualità non danneggiano l'utente e offrono un minimo di utilità, a differenza di quelli scarsi ( lowest quality content ).

Tuttavia, questi documenti informativi ( low quality content )non soddisfano sufficientemente il bisogno e le aspettative degli utenti. Sono documenti poco originali e il valore informativo delle pagine è minimo.

Le caratteristiche dei low quality main content

Alcune caratteristiche dei contenuti di bassa qualità sono ben descritte da Google nel suo manuale dei quality rater.

Il search engine prende come esempio pratico le tesine scritte dai ragazzi nelle ricerche scolastiche. Spesso gli studenti non scrivono le ricerche di loro pugno ma si limitano a copiare stralci presi da altre fonti, tramite un copia e incolla da Wikipedia, o riscrivere sintesi di concetti fin troppo elementari.

Lo stesso accade con le pagine web di bassa qualità quando sono scritte senza pensare al bisogno del lettore finale. Chi le scrive vuole solo posizionarsi sui search engine e monetizzare il traffico. Non dedica molto tempo al contenuto informativo e si concentra sull'ottimizzazione delle parole chiave.

Esempi di contenuto di bassa qualità

Ecco alcuni esempi pratici di bassa qualità

  1. Informazioni superficiali. I contenuti poco approfonditi, acquistati o copiati da altri. L'autore non è competente in materia e descrive una situazione senza fornire un valore aggiunto informativo al lettore finale.
  2. Contenuto scritto troppo di fretta. Pagine scritte velocemente, senza nessuna verifica, rilettura o modifica. Nel testo si possono vedere refusi ed errori. E' evidente che chi l'ha scritto non ha a cuore il lettore finale.
  3. Scarso contenuto informativo. Le informazioni nel testo sono minime. I vuoti informativi sono colmati con grandi immagini o foto. Spesso il testo è zeppo di stop-word e giri di parole inutili, giusto per riempire gli spazi.
  4. Contenuto rielaborato. Il documento è una copia rielaborata da un'enciclopedia online, riscritta parafrasando le parole e la struttura al solo scopo di sembrare diversa.

    Nota. I contenuti rielaborati da altre fonti non sono facilmente individuabili poiché si presentano in modo diverso. Tuttavia usano sempre le stesse co-occorrenze, seppure in una forma diversa e con altre stop-word, senza aggiungere nulla di nuovo. Pur non essendo dei contenuti copiati, i documenti rielaborati non sono utili per l'utente finale. E' come riscrivere la stessa notizia di agenzia in modo diverso, citando gli stessi fatti ma in un'altra forma.

  5. Informazioni elementari. Il testo è colmo di affermazioni ovvie ed elementari, idee di base e così via. Ad esempio, l'Italia è un paese, il panda è un animale, ecc.

I documenti con queste caratteristiche non sono molto utili per i lettori.

Per questo motivo il search engine di Mountain View suggerisce ai quality rater di classificarle tra le low quality pages, ossia tra le pagine di bassa qualità.

 


 

Segnalami un errore, un refuso o un suggerimento per migliorare gli appunti

FacebookTwitterLinkedinLinkedin
knowledge base

Libri di approfondimento

FAQ

  1. Perché conviene aggiornare i vecchi contenuti
  2. Come segnalare le violazioni di copyrights su Google
  3. Cos'è l'analisi del gap nel contenuto