La reputazione negativa del sito

La qualità della pagina è strettamente legata alla reputazione del website. Una brand reputation negativa penalizza la valutazione qualitativa della pagina, indipendentemente dai contenuti.

La brand reputation del sito e i motori di ricerca

Se la reputazione del sito web è negativa, il search engine classifica le sue pagine web tra le low quality pages ( pagine di bassa qualità ) anche se i documenti non sono malevoli e non danneggiano nessuno.

I search engine analizzano la reputazione di un sito ricorrendo sia a procedure algoritmiche che a un controllo umano da parte dei suoi quality rater.

Nota. Quando la web reputation di un sito è estremamente negativa, malevole o finanziariamente fraudolenta, la pagina è declassata tra le lowest quality pages ( pagine di scarsa qualità ).

La costruzione di una buona reputazione è utile sia dal punto di vista marketing che da quello del posizionamento naturale sui motori di ricerca.

Una bad reputation del website può vanificare qualsiasi sforzo di ottimizzazione per i search engine.

Come verificare la reputazione del sito web

L'analisi della web reputation ( o brand reputation ) è un'attività molto complessa. Generalmente, per valutare la reputazione di un website occorre analizzare i segnali esterni, le citazioni nei suoi confronti fatte da terzi.

Quando sul web si trovano molti giudizi e recensioni negative su un particolare website, e poche valutazioni positive, allora la reputazione del sito è negativa ( negative web-reputation ).

Attenzione. Quando si tratta di attività di business i giudizi negativi sono molto più frequenti. Spesso i clienti non contenti del servizio si "vendicano" parlando male del servizio clienti ( customer care ) dell'azienda su internet e si lamentano nei forum, sui social network, nei commenti dei post, ecc.

Per dedurre la reputazione negativa è necessario che i giudizi negativi siano veramente molti.

Le fonti dei giudizi negativi

Per valutare la reale reputazione di un sito occorre analizzare la fonte dei giudizi negativi.

  1. Commenti negativi. I singoli commenti degli utenti hanno una credibilità bassa. Sono pubblicati in forma anonima e potrebbero essere fuorvianti. Vanno presi in considerazione ma non sono l'unico fattore della brand reputation.
  2. Recensioni negative. Le recensioni da parte di altri siti autorevoli in materia sono sicuramente un fattore più importante per il calcolo della brand reputation. In questo caso, una cattiva recensione produce molti danni alla reputazione del sito, sia agli occhi dei lettori che sui search engine.

E' quindi opportuno fare attenzione soprattutto alle recensioni specialistiche condotte da fonti autorevoli, più che ai singoli commenti anonimi degli utenti sui social network.

Le false recensioni positive

Se una recensione negativa è sempre penalizzante per un sito web, non può dirsi la stessa cosa delle recensioni positive.

Una buona recensione potrebbe nascondere molte insidie. Potrebbe trattarsi di un publiredazionale, di un guest post, di un giudizio favorevole pubblicato dietro pagamento o scambio di favori, ecc.

False interviste. Di recente si sta diffondendo la tecnica delle "interviste". Ad esempio, uno specialista nell'ottimizzazione dei siti intervista altri specialisti del suo settore al solo scopo di creare dei collegamenti ( citazioni e/o link ) e influenzare la brand reputation e il posizionamento organico su Google. Non si tratta di vere e proprie recensioni positive, naturali e genuine. Lo stesso può accadere in qualsiasi settore merceologico.

In conclusione, una recensione positiva ha un peso notevolmente inferiore rispetto a una negativa. Se una buona recensione vale +1, allora una cattiva recensione vale -10.

La SEO negativa nella web reputation

La reputazione del sito è anche un fattore di ranking del search engine. Si tratta di un fattore esterno e non dipende dalle decisioni del website, ma influisce sul suo posizionamento organico nei motori di ricerca.

E' quindi possibile che si verifichi qualche attività di Negative SEO per danneggiare la brand reputation di un sito concorrente.

Questi falsi segnali negativi non dovrebbero essere presi in considerazione nell'analisi della web reputation.

Come riconoscere i casi di Seo negative?

Spesso si tratta di commenti negativi pubblicati appositamente sul web, nei social network, nei forum o nei commenti degli articoli, per screditare un'azienda competitor. Il più delle volte sono anonimi o pubblicati con account fake sui social network.

Raramente si tratta di recensioni negative pubblicate nei contenuti principali delle magazine e dei siti specializzati, molto autorevoli in materia. In quest'ultimo caso chi recensisce negativamente un prodotto/servizio ( website ) si espone alle azioni legali e alla perdita di credibilità.

In conclusione, il peso e l'importanza di un giudizio negativo è sempre proporzionale all'autorevolezza della fonte che lo emette.


 
Segnalami un errore, un refuso o un suggerimento per migliorare gli appunti

FacebookTwitterLinkedinLinkedin
knowledge base

Libri di approfondimento

Search Engine Optimization

FAQ